Questo vino sa di tappo!

grifo-marchetti-colori-del-vino

grifo-marchetti-colori-del-vino

Partendo dal presupposto che un vino può piacere o meno, a seconda dei gusti, a chiunque sarà sicuramente capitato di udire l’affermazione “Sa di tappo!”. Che sapore ha un vino che sa di tappo?
Se anche tu ti sei chiesto cosa porta un vino ad avere un cattivo sapore, sei nel posto giusto perché quello che noi di Grifo vogliamo spiegare sono proprio le cause che portano a questo cattivo giudizio.
Partiamo dalla radice: l’uva.
Mai mangiato un frutto marcio? Fa schifo, chiaro! Ecco, lo stesso sapore di marcio può ripresentarsi nel vino nel momento in cui il frutto utilizzato non è fresco e sano una volta raccolto.
Un buon vino sta tra il succo d’uva e l’aceto! Un vino troppo vicino al sapore dell’aceto piuttosto che a quello del succo d’uva, risulta sgradevole. Quindi attenzione al processo naturale del vostro nettare!
Va prestata attenzione anche alla temperatura, signori, perché quando un vino è stato conservato o trasportato al caldo, può avere un sapore di “cotto” e se il tappo risulta leggermente sollevato è segno di cattiva bottiglia! E il sapore di tappo invece? Beh, quello è una sorta di odore di cartone bagnato e muffa, fastidioso, che peggiora col contatto dell’aria.
Per non correre rischi, affidati agli esperti dell’enologia, come noi!