Le fasi della vendemmia!

Le fasi della vendemmia!

Durante la vendemmia l’uva destinata alla vinificazione viene raccolta.

Questo processo porta con sé una storia molto antica, ovviamente nei diversi anni le tecniche sono cambiate e i meccanismi sono stati affinati.

La vendemmia non rappresenta solamente la fase di raccolta dei grappoli d’uva, ci sono diverse fasi prima e dopo, tecniche e regole da seguire.

Per una vendemmia eseguita a regola d’arte, infatti, bisogna seguire le seguenti regole:

  • Per non compromettere il sapore del vino l’uva va raccolta quando è completamente asciutta.
  • Per non rischiare che fermenti l’uva va raccolta durante le ore più fresche.
  • Per evitare che gli acini si schiaccino vengono utilizzate delle apposite cassette in cui adagiare i grappoli.
  • Infine, gli acini devono essere perfetti in modo da non compromettere il vino.

Solitamente essa viene effettuata nel periodo di settembre, ottobre però ci sono alcune eccezioni.

Se si vuole ottenere un vino più dolce, ad esempio, i grappoli vengono raccolti più tardi e vengono lasciati sulle piante per più tempo.

Nel caso in cui si voglia ottenere un vino più aromatico e fruttato invece, la vendemmia viene anticipata e i grappoli vengono tolti dalla vite prima.

Le fasi della vendemmia sono tre:

  • Durante la prima fase si raccoglie l’uva; la raccolta può avvenire manualmente oppure attraverso l’utilizzo delle macchine vendemmiatrici.
  • La seconda fase è quella della pigiatura cioè la fase in cui l’uva viene spremuta e si ottiene il mosto.
  • Infine, l’ultima fase è quella della fermentazione, cioè la fase in cui l’uva viene trasformata in vino.

Negi anni le nuove tecniche, le nuove tecnologie e i nuovi strumenti hanno ottimizzato il prodotto finale. E noi di Grifo Marchetti crediamo che innovazione e tradizione debbano coesistere per realizzare prodotti magnifici.

Scopri tutti i nostri prodotti per l’enologia:

Enologia – Grifo Marchetti

E crea anche tu il tuo vino!